Ottimizzazione e logistica: Optit a VeRoLog

Optit, nella persona di Antonio Napoletano, ha partecipato ad Amburgo all’8° meeting di VeRoLog (EURO Working Group on Vehicle Routing and Logistics Optimization), tra le più importanti ed autorevoli conferenze internazionali nell’ambito del routing e della logistica; VeRoLog è infatti il gruppo di lavoro sul percorso dei veicoli e sull’ottimizzazione della logistica all’interno di EURO, l’associazione delle società europee di ricerca operativa.

All’interno del Panel sulla VRP (Vehicle Routing Problem), Antonio ha presentato uno studio dal titolo: “Routing of vehicles at work: an implementation in the real world and case studies”.

In un meeting di carattere fortemente scientifico, Optit ha portato un contributo importante nell’analisi delle principali problematiche che si incontrano nell’applicazione dei modelli matematici al mondo reale; il paper presenta infatti le ultime migliorie del sistema Optit Logistics, lo strumento di supporto alle decisioni progettato e sviluppato da Optit per la pianificazione avanzata dei trasporti, il cui core di ottimizzazione si basa su algoritmi VRP proprietari di Optit, verticalizzabili sul singolo cliente in base alle sue esigenze (vincoli operativi, logiche di business, ecc.).

Antonio ha illustrato un caso reale affrontato per un cliente Optit della Grande Distribuzione alimentare; questo “case” contiene notevoli complessità che non possono essere modellate in modo semplice e la cui combinazione, al meglio delle nostre conoscenze, non è stata precedentemente trattata nella letteratura esistente.

Rispetto ad un caso “classico” della GDO (giri di consegna da magazzino – CeDi – ai vari punti vendita), all’algoritmo si richiede anche decidere se ogni ordine deve essere spedito in “modalità diretta” dal CeDi al punto di consegna o in alternativa in “modalità cross-docked” selezionando opportunamente il cosiddetto transit-point dove l’ordine viene consolidato con altri per la consegna dell’ultimo miglio. Tutto questo in aggiunta ai vincoli operativi – alcuni molto sofisticati – che devono essere gestiti per questi problemi di business, come ad esempio:

  • finestre temporali (ritiro e consegna) multiple, sia hard che soft;
  • ordini partizionabili (ovvero frazionamento di ordini su più viaggi), utile per gestire ordini promozionali particolarmente voluminosi;
  • flotte eterogenee, con mezzi adatti a trasporti multi-temperatura;
  • ecc…

L’approccio globale alla soluzione si basa su due fasi:

  1. in una prima fase viene risolto un problema di flusso multi-merce “a costo minimo” su una rete di flusso costruita ad-hoc  al fine di definire la strategia di distribuzione ottimale (ovvero “quali ordini consegnare in diretta” vs “quali ordini navettare”) …
  2. mentre in una seconda fase la soluzione definita dal flusso viene manipolata per renderla coerente con il problema di ottimizzazione originario e iterativamente migliorata attraverso l’applicazione di un algoritmo VRP specializzato..

Tale approccio combinato è ampiamente convalidato su istanze del mondo reale, e si è dimostrato in grado di determinare risultati molto buoni rispetto alle soluzioni implementate in precedenza.

L’ottimizzazione  dei viaggi è  un aspetto fondamentale della logistica e della gestione della catena di approvvigionamento, nonché delle attività di trasporto delle persone, ed è un’area di ricerca molto attiva nella ricerca operativa che vede un intenso contributo da un gran numero di ricercatori che lavorano in università, centri di ricerca e aziende europee.

Optit lavora da oltre 15 anni nello sviluppo e nell’evoluzione di algoritmi VRP, a supporto di numerosi problemi di business, fornendo soluzioni fortemente verticalizzate e specializzate a clienti che operano nei settori FMCG, Retail, Logistica e Trasporti.

Post Correlati

    X