Challenges in the deployment of OR projects

Per il terzo anno consecutivo, Optit partecipa e sostiene la conferenza annuale dell’EURO Working Group on the Practice of OR

La terza edizione della conferenza del gruppo di lavoro EURO Working Group on Practice of OR si avvicina. Optit sta contribuendo attivamente all’organizzazione di questo evento impegnativo, che anno dopo anno diventa sempre più un riferimento per la comunità scientifica e professionale.

La conferenza, che si terrà online dal 28 al 29 settembre, sarà seguita una serie di seminari settimanali, che si svolgeranno dal 5 ottobre al 2 novembre.

Il focus di questa edizione dell’evento si concentra sulle “soft challenges” di progetti OR che hanno incontrato difficoltà durante la loro implementazione, sia con riferimento ai requisiti tecnici particolarmente complessi o atipici emersi durante la fase di sviluppo, che ai problemi relativi all’utilizzo e all’accettazione degli stessi da parte degli utenti finali non esperti della Ricerca Operativa.

Nell’ambito del ricco programma, Matteo Pozzi, CEO di Optit, coordinerà una parallel session in tema “Change Management issues in Practical OR projects” che si terrà il 29 settembre alle ore 15:00.

E non solo: lunedì 5 ottobre alle 16:00 egli aprirà anche la serie di seminari con l’intervento “When the world of ideas meets the ground: Stories of applied Operations Research (and Machine Learning) in real life”.

Non c’è dubbio che OR (e ML) possa essere straordinariamente utile per supportare il processo decisionale nei processi aziendali, ma l’effettiva applicazione della matematica e degli approcci basati su modelli alla vita reale non è spesso così semplice come si potrebbe immaginare: analisi del problema, la sua rappresentazione in un modello, test con dati reali e affinamento del modello fino alla consegna all’utente finale rimane un approccio corretto, ma troppo semplicistico, che spesso non tiene conto del fattore umano, delle interconnessioni con la struttura organizzativa locale e delle infinite conseguenze di una comunicazione inefficace.

Attraverso una serie di esperienze dirette, tratte dai progetti di Optit, Matteo Pozzi evidenzierà diverse situazioni tipiche che si verificano in molte (se non tutte) le applicazioni di OR nella vita reale. Infine, presenterà le strategie di Optit per affrontare questi fattori, nel tentativo eterno di fornire ai nostri clienti sistemi di supporto decisionale eccellenti ed efficaci.

Il programma completo dell’evento e le modalità di registrazione sono dettagliate sul sito della conferenza.

Vi aspettiamo!

Post Correlati

X