Verso la decarbonizzazione delle piccole isole: la new entry Optit Sofia Pavanello a ECOS 2021

Molte isole minori nel mondo sono ancora prive di un’adeguata connessione alle principali reti energetiche.

Pannelli solari, una tecnologia installabile a Lampedusa
Pannelli solari: una tecnologia particolarmente adatta a Lampedusa perché meno impattante dal punto di vista paesaggistico.

Ciò si traduce in una bassa efficienza energetica ed un alto impatto ambientale, una condizione non più sostenibile.

Gli svantaggi sono anche economici: i costi per l’approvvigionamento di fonti energetiche sono infatti decisamente superiori a quelli continentali. Una possibile soluzione consiste nel sostituire gli impianti tradizionali con quelli rinnovabili, ma non è facilmente perseguibile a causa della natura intrinseca di queste fonti, incontrollabili e variabili nel tempo. Questo è particolarmente problematico per le piccole reti, quali appunto quelle delle isole minori.

Sofia Pavanello, new entry come energy consultant nell’Energy Team di Optit, ha elaborato un modello proprio su questo topic durante la sua tesi all’ENEA, studiando gli impatti di sistemi di produzione di elettricità innovativi per raggiungere la decarbonizzazione nell’isola di Lampedusa.

Il risultato della ricerca di Sofia è l’articolo “Analysis of the impact of the diffusion of innovative technologies distributed for electricity generation on small island”, selezionato dalla 34th International Conference on Efficiency, Cost, Optimization, Simulation and Environmental Impact of Energy Systems – ECOS 2021.

Lo scopo dell’ECOS è quello di presentare i più recenti risultati della ricerca e di rappresentare un momento di confronto su argomenti teoretici e di ingegneria applicata relativi alle prestazioni, all’economia e all’impatto ambientale dei sistemi di conversione energetica.

Un interessante spunto di riflessione per sostenere l’agenda della decarbonizzazione!

Post Correlati

X